Le prime manifestazioni dell’arte ceramica di Civita Castellana (Falerii Veteres) risalgono al X secolo a.C.
Attraverso i secoli, la produzione ceramica si evolve e aggiorna ai propri stili, fin ad arrivare agli inizi del secolo XX, quando Antonio Coramusi sviluppò nella città un ramo dell’industria del sanitario: inizia quella che sarà, per decenni, la fortuna economica della città, con la produzione degli articoli igienico-sanitari e la successiva fabbricazione in scala industriale; a partire dagli anni Venti, sorsero anche fabbriche di stoviglierie. Nasceva così il Polo Industriale, esteso ai comuni limitrofi, con tutte le caratteristiche del Distretto.

Proprio le Fabbriche e i Centri Ceramici saranno visitabili in occasione della seconda edizione di Buongiorno Ceramica (3-4-5 giugno 2016), nel tour “Dove l’arte incontra l’industria”, ma non solo… Anche botteghe e laboratori ceramici in cui si lavora la ceramica artistica e artigianale saranno aperti al pubblico, mettendo a disposizione le proprie conoscenze storiche, mostrando l’evoluzione del vasellame ceramico e le relative usanze nell’antica popolazione Falisca, con dimostrazioni delle varie tecniche decorative.

Tantissime le dimostrazioni di lavorazione, con Making Show al tornio, con il Maestro Dino Dominicis; di raku; di pittura su ceramica.

L’Open Day del Liceo Artistico Ulderico Midossi prevede invece visite guidate alla mostra permanente delle opere degli studenti e ai laboratori della scuola.

Scopri di più su Civita Castellana e sugli eventi di Buongiorno Ceramica 2016 cliccando qui >