Sabato 5 dicembre 2015 è stata inaugurata a Bassano del Grappa, nellaChiesetta dell’Angelo, la mostra Natività. Nuovi percorsi, una nuova proposta espositiva che va ad inserirsi nella tradizionale rassegna di presepi proponendo i lavori di nove ceramisti, fino al 19 gennaio 2016. È il secondo ed ultimo atto del percorso espositivo che nel 2104 aveva proposto Natività. Dalle mani dei maestri, una panoramica di quella ceramica artistica che negli anni Cinquanta prendeva avvio dall’insegnamento di Andrea Parini alla Scuola d’Arte di Nove.

Il tema della Natività, tema solo apparentemente facile, appare a prima vista improntato ai caratteri della tradizione ed ai principi della devozione, senza alternative, forse anche sulla base di suggestioni provenienti dal filone di quella produzione, xilografica e calcografica, dei Remondini già proposta in Chiesetta nel 2011.

Così sembra ancora rivelare una lastra di Federico Bonaldi (Bassano, 1933 – 2012) figura che, nell’anno di una emozionante retrospettiva a lui dedicata, suggerisce un diverso un filo conduttore, popolare e colto al tempo stesso, emozionale e ironico. La variopinta schiera dei suoi Cuchi di pertinenza presepiale, usciti dalla sua vastissima e incredibile produzione e scelti fra le serie conservate al Museo dei Cuchi di Cesuna, rivela sapientissimo artigianato ma anche spazi di sagge aperture premonitrici ed affettuosi sorrisi. Per chi volesse cercare ulteriori conferme sarà sufficiente affrontare l’infinita schiera dei suoi fischietti ispirati alla tradizione popolare veneta, ancora proposti a Nove, al Museo della Ceramica, e cercarne un riscontro nella grafica esposta a Palazzo Sturm fino al prossimo gennaio.

In Chiesetta dell’Angelo il percorso espositivo prende avvio dalle figurine bonaldiane per snodarsi su nuovi percorsi. Sebbene attente all’insegnamento dei maestri le opere degli attuali eminenti ceramisti novesi esprimono nuove personalità artistiche e nuovi linguaggi espressivi, meno legati alla figuratività tradizionale e più intesi ad una sintesi formale e introspettiva dell’evento natalizio, superando spesso l’obbligatorietà del tema in soluzioni allusive o simboliche ed accogliendo interpretazioni al femminile.

Sull’onda di affettuosi ricordi con Antonio Bernardi e Giuseppe Lucietti, oppure in complesse ed allusive allegorie con Nicoletta Paccagnella e Francesco Rigon, su pressanti allusioni alla contemporaneità con Vania Sartori ed Enrico Stropparo, con grande eleganza stilistica con Angelo Spagnolo, nella estrema sintesi formale con Vittore Tasca fino alla raffinata simbologia con il più giovane Pol – Paolo Polloniato, l’interpretazione della Notte santa trova altra espressività.

L’operazione espositiva, organizzata dall’Assessorato alla Cultura di Bassano del Grappa e curata da Flavia Casagranda, è stata resa possibile con i prestiti concessi da tanti collezionisti privati e dalla collaborazione del Museo dei Cuchi di Cesuna.

NATIVITÀ. NUOVI PERCORSI
Bernardi, Lucietti, Paccagnella, Polloniato, Rigon, Sartori, Spagnolo, Stropparo, Tasca
in Chiesetta dell’Angelo, Bassano del Grappa
5 dicembre 2015 – 19 gennaio 2016
venerdì e domenica, 15:00-19:00
sabato, 10:00-13:00 e 15:00-19:00
apertura straordinaria 7 e 8 dicembre, 6 e 19 gennaio, 15:00-19:00
chiuso a Natale e Capodann
INGRESSO LIBERO

Durante la settimana, di mattina, la visita sarà possibile per gruppi e scolaresche previa prenotazione telefonica allo 0424/519904.