La ceramica artistica di Cava de’ Tirreni risale i secoli XV e XVI, in cui si rifaceva agli stilemi della tradizione napoletana. Tre sono i nomi, in particolare, di cui si ha notizia: Matteo Cassetta, Angelillo Loffredo e Mazzeo di Stasio. Quest’ultimo, ad esempio, fornì 3.000 quatrelli de creta – dipinti a più colori, con prevalenza dell’azzurro e con lo stile a penna di pavone – al Monastero di S. Severino, a Napoli, e realizzò il pavimento in riggiole del Monastero di S. Giorgio di Salerno, nonché numerosi corredi per farmacia.

Ricchissimo il programma di eventi per la seconda edizione di Buongiorno Ceramica, tra cui segnaliamo le Botteghe aperte, con visite programmate a laboratori ed aziende ceramiche del territorio e un servizio di bus navetta gratuito; Ceramicando, una mostra mercato dell’artigianato ceramico; Isola delle Terre…cotte, laboratori attivi con artisti e ceramisti, tornianti, decoratori, forni raku, forno a fibra e a fossa con la partecipazione di tutti gli artisti ceramisti cavesi e non solo.

Non mancano i laboratori per bambini, come A merenda con Mirò e Terra e colori.

Imperdibili poi Momenti in action, un happening creativo di ceramica che he coinvolgerà gli artisti e il pubblico che si cimenteranno nella coreografica ed emozionate decorazione di circa 150 piastrelle, e la costruzione del muro artistico “Visioni Riabilitate”, con l’evento Street art in ceramica: un rivestimento di piastrelle in ceramica, donate e realizzate da tutti gli artisti e ceramisti partecipanti alla tre giorni della ceramica cavese. Il muro con le piastrelle realizzate dagli artisti e ceramisti avrà la posa in opera, realizzata dai ragazzi delle Associazioni dell’Osservatorio cittadino sulle diverse abilità del Comune di Cava de’ Tirreni, a cura di: Associazione Pandora e Comune di Cava de’ Tirreni IV Settore Ufficio Tecnico.

Scopri di più su Cava de’ Tirreni e sugli eventi di Buongiorno Ceramica 2016 cliccando qui >