Inaugura martedì 29 settembre 2015, alle ore 18.30, presso la sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, la mostra collettiva dell’Associazione Pandora Artiste – Ceramiste dal titolo Pandora. Donne di terra – donne di fuoco. Viaggio tra forme e colori, a cura di Anna Rita Fasano.
Presenta l’evento l’on. Fulvio Martusciello.

La mostra, allestita nello Space Balcony Area – 3G del Parlamento Europeo a Bruxelles, sarà visitabile dal 29 settembre al 2 ottobre 2015.

L’antica arte della ceramica è il terreno di studio, ricerca e sperimentazione a più voci del gruppo “Pandora”. Un’associazione di artiste – ceramiste campane che dal 2012 concepisce l’atto creativo come un’impresa collettiva e tutta al femminile, presieduta da Anna Rita Fasano, vera art director di questa iniziativa.

Dalla prima mostra d’esordio dal titolo Pandora ritrovata: il mito riconquistato (settembre 2012) a oggi, la formula è sempre quella di creare un lavoro unico e collaborativo, “inter-relazionale”, affiancato a quello singolo di ognuna delle partecipanti, dove passato e futuro, tradizione e sperimentazione si fondono nella materia così terrosa e allo stesso tempo poetica che è la ceramica.

Nella sede del Parlamento Europeo a Bruxelles, vengono presentati sia i lavori di ognuna delle “associate” insieme ad un unico grande pezzo, realizzato collettivamente. Titolo della scultura in ceramica a più mani è “Mater Terrae – Magna Spes”. La fonte d’ispirazione sono le “Matres Matutae” del Museo Provinciale Campano di Capua e l’arcaica “Olla globulare” con la raffigurazione della Dea Madre proveniente dalla collezione Zurolo di Castellammare.

Terra/ Fuoco e Forme/Colori sono i quattro elementi che sintetizzano la poetica del gruppo in questo progetto espositivo per Bruxelles.
«La Terra – spiegano – è la materia feconda che le donne sapientemente hanno sempre plasmato rivelandone la potenza creativa. Il Fuoco appartiene alla nostra terra vulcanica, la Campania, con tutte le contraddizioni e malesseri. Il fuoco poi, è anche quello della magia del forno che fa risplendere la luce e il calore del pezzo ceramico quando fuoriesce. I nostri pezzi ceramici narrano con sentimento di una terra dalle intense vibrazioni cromatiche, simbolo di creatività e di un’energia tutta femminile di cui l’Europa ha tanto bisogno».

L’opera collaborativa che sarà esposta è stata creata dalle 42 associate, mentre le artiste partecipanti che esporranno sono 33, tra cui due svedesi ed una polacca.
Le artiste partecipanti sono: Adriana Sgobba, Amalia Ferrigno, Anna Linguiti, Annalisa Ferrante, Annie Rinauro, Antonella Adinolfi, Antonella Mercedes Leone, Antonietta Acciani, Amalia Ferrigno, Elia Tamigi, Elisabetta Surico, Elisabeth Olszewska, Emilia Balestrieri, Francesca Rega, Francesca Romana Sansoni, Fulvia Barbuto, Ilaria Di Giacomo, Gabriella Lamberti, Genoeffa Di Maio, Karolina Szelg, Lucia Bisotti, Maria Cortellessa, Maria La Mura, Maria Milito, Maria Rachele Branca, Miriam Gipponi, Paola Taglè, Rosa Autilio, Rosa Tipaldi, Rosa Salsano, Tonia Molinari, Sabrina Bottone, Sonia Valestra, Stefania Saturnino.

Biografia dell’associazione
L’Associazione nasce come gruppo “Pandora Artiste – Ceramiste Campane” nel settembre 2012 con l’inaugurazione della mostra “Pandora Ritrovata: il mito riconquistato” al Museo delle Arti Applicate a Villa de Ruggiero a Nocera Superiore (Salerno).
L’associazione promuove e sostiene la creazione di una rete, in ambito professionale e culturale, tra “artiste-ceramiste”, finalizzata allo scambio di esperienze e alla valorizzazione delle singole competenze. In particolare si propone di favorire e divulgare la cultura e la conoscenza delle realtà ed attività artistiche e artigianali ceramiche presenti nella provincia di Salerno, aprendosi a collaborazioni anche con altre artiste-ceramista del territorio nazionale e internazionale.
Inoltre è promotrice del “Progetto Ceramica Donna”.

Info
asspandoraceramiste@live.it
t +39 347 6285746
t +39 388 7759718