Un processo articolato e complesso dedicato alla ceramica artigianale artistica italiana

Inaugura il 26 giugno 2021 il progetto dell’Ente milanese Casa Testori realizzato dall’artista Alberto Gianfreda, con la collaborazione di AiCC, in un processo articolato e complesso dedicato alla ceramica artigianale artistica italiana, presentato nell’ambito della mostra “Curatela”.

In particolare l’opera è l’esito di una raccolta di manufatti ceramici provenienti dalle città di antica tradizione ceramica, espressione delle differenti tradizioni ed identità culturali ad esse collegate.

Grazie all’azione di AiCC, sono state inviate all’artista ceramiche provenienti da 21 differenti città per 11 regioni, che sono state poi sapientemente rotte in frammenti, attraverso un processo mirato e ragionato, e successivamente riassemblati per comporre il grande pannello ITALIA, opera che verrà esposta in mostra.

L’artista pone al centro del sul lavoro il tema della distruzione in favore di un processo di ricongiungimento del frammento per generare una nuova bellezza e unità. Un tema di frattura e ricomposizione e rigenerazione comunitaria più che mai attuale oggi.

Per Gianfreda, la propria opera entra così in dialogo con i Fiori di Giorgio Morandi, sprigionando l’energia che il pittore ha saputo concentrare con il suo consueto moto centripeto nell’elemento quotidiano del vaso, in una liberazione creativa e generativa, dalla distruzione alla creazione.

Un processo di cui la mostra presenterà in modo inedito lo sviluppo, dall’aspetto sonoro della distruzione alla necessità di campionatura e registrazione digitale grazie alla tecnologia NFT.

Allo studio da parte di AiCC, a completamento del percorso creativo e di collaborazione, la realizzazione di un workshop presso il Museo Carlo Zauli di Faenza a cura dell’artista Alberto Gianfreda, che ripercorrerà le fasi della lavorazione e, compatibilmente all’evoluzione della emergenza sanitaria, una esposizione itinerante dell’opera presso le Città che, attraverso i propri artigiani e le loro opere prestigiose, hanno contribuito alla realizzazione.

Gli artisti delle Città AiCC che hanno partecipato al progetto di Alberto Gianfreda donando le loro opere:

Albissola Marina: Ceramiche e Maioliche Artistiche Viglietti
Bassano del Grappa: TUTTOATTACCATO S.A.S. di Carlo Umberto Guazzo & C.
Bassano del Grappa: Razzetti Italy
Caltagirone: SIL.VA Ceramica s.n.c
Castelli: Liceo Artistico per il Design F. A. Grue
Celle Ligure: Ceramiche Il Tondo di Andrea e Marcello Mannuzza
Cerreto Sannita: Ceramica artistica Vecchia Cerreto di Pietro Marcuccio
Deruta: Comitato Artigiani Ceramisti di Deruta
Este: Collezione Grand Tour – AiCC
Faenza: Laura Silvagni “La Vecchia Faenza”
Faenza: Maestri Maiolicari Faentini di Lea Emiliani
Grottaglie: Collezione Municipale Ceramica
Gubbio: Unico Ceramica Contemporanea di Gabriele Tognoloni
Montelupo: Ceramiche F.lli Bartoloni snc di Stefano e Patrizio
Monreale: Nicolò Giuliano Ceramiche s.r.l.s.
Napoli – Capodimonte: Rino Attanasio
Nove: Barettoni Già Antonibon S.A.S. di Barettoni Lodovico & C.
Orvieto: Collezione Grand Tour – AiCC
San Lorenzello: Bottega Giustiniani di Elvio Sagnella
Santo Stefano di Camastra: Fratantoni Ceramiche
Squillace: Liceo Artistico IIS Majorana di Squillace
Vietri sul Mare: Daniela Scalese c/o Associazione Fabr^ca
Viterbo: Daniela Lai Bottega d’Arte