Buongiorno Ceramica Buongiorno Ceramica

Malta

Bongu Ceramika!

21-22 maggio 2022

Torna a – Back to Buongiorno Ceramica / Eventi Estero 2022 >

Il programma di Buongiorno Ceramica 2022 a Malta

AMICI CARI

Mostra presso la Fondazione Gabriel Caruana, Malta.
A cura di Irene Biolchini e Mary Rose Caruana
Con il supporto di: AICC, Associazione Italiana Città della Ceramica


Un sentito ringraziamento al MIC di Faenza per aver messo a disposizione i materiali della Collezione Muky Matteucci.


Gabriel Caruana (1929-2018) è stato un artista maltese, un simbolo dell’arte moderna nell’isola. Un pioniere sempre esposto alla curiosità, al rischio e all’errore. Un viaggiatore instancabile e un grande appassionato di ceramica e di Faenza, sua città di elezione in Italia. Negli anni, infatti, Caruana farà domanda a diverse edizioni del Premio Faenza e costruirà progetti con Muky e Matteucci, o come lui amava definirli “amici cari”. Dagli Anni Ottanta, Bonne Ten Kate, un altro amico caro di Caruana, inizia un attento lavoro di documentazione della carriera dell’artista.

La Mostra ‘Amici Cari’ celebra queste amicizie al Mulino d’Arte stabilito da Caruana, ora sede della Fondazione che porta il suo nome e che ha la missione di costruire progetti per lo sviluppo della creatività contemporanea. Un destino che lo avvicina a Muky (1926 – 2022), generosa donatrice di uno spazio per la sua città destinata a residenze d’artista e alla valorizzazione della cultura ceramica.

Al’interno del Mulino di Birkirkara verranno quindi presentate una selezione di opere di Gabriel Caruana, proiettate sulle pareti tramite diapositive d’epoca, riprese dall’amico Olandese, Bonne Ten Kate (1934-2021). Al fianco di queste presenze “fantasmatiche” verranno presentati una serie di disegni conservati presso la casa di Muky, materiali per una mostra che Caruana avrebbe dovuto realizzare presso gli spazi faentini. I disegni verranno scansionati e proiettati al fianco delle diapositive creando un ambiente coerente e capace di raccontare un legame di lungo corso. La prova dell’internazionalità di Faenza, capace negli anni di rimanere al centro di scambi culturali che vivono oltre l’esistenza degli artisti che li hanno promossi. Ad unirci, oggi come allora, la ceramica.

Scarica qui il comunicato stampa > 



Condividi la pagina

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!