Sabato 21 gennaio 2017 si è tenuta a Parigi, nelle sale della fiera Maison&Objet, il più importante salone internazionale dedicato alle arti applicate, un’importante assemblea per il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale Città della Ceramica – GECT AEuCC.

A tre anni dalla sua nascita, infatti, il Gruppo Europeo si è allargato e da un progetto che coinvolgeva come soci fondatori Italia, Francia, Spagna e Romania – con le rispettive associazioni nazionali di Città della Ceramica – è divenuto contenitore di un’ampia fetta di Europa: l’assemblea di Parigi ha sancito l’ingresso in AEuCC delle associazioni di Città della Ceramica recentemente create in Germania e Polonia, e nel prossimo futuro verrà ufficializzato anche l’ingresso delle simili associazioni in fase di nascita in Repubblica Ceca e Portogallo.

In assemblea, erano presenti per l’AiCC Stefano Collina (Presidente), Vito Ferrantelli (Sindaco di Burgio), Lucio Rubano (Delegato territoriale di Cerreto Sannita), Massimo Isola (Vice Sindaco di Faenza), Paolo Masetti (Sindaco di Montelupo Fiorentino) e Diego Poloniato (su delega del Sindaco di Nove, Chiara Luisetto).

L’assemblea è stata anche l’occasione per il cambio della presidenza: scaduto il mandato di Philippe Amy, in rappresentanza della Francia, è stato eletto per acclamazione come nuovo presidente il Senatore Stefano Collina, presidente in carica dell’Associazione Italiana Città della Ceramica e già Vice Presidente del Gruppo Europeo.

Toccherà a lui il compito di lanciare l’associazione europea verso nuove sfide, sia in direzione di un ulteriore ampliamento, sia nell’aggiornamento dei contenuti progettuali e programmatici.

“È un impegno prestigioso per i prossimi anni”, commenta il Senatore Stefano Collina, “che rappresenta un ulteriore attestato per il lavoro e le azioni sviluppate dall’Associazione Italiana Città della Ceramica. Lavorerò in particolare per portare nel cuore delle istituzioni europee il tema dell’artigianato ceramico: qui a Maison&Objet abbiamo potuto constatare ancora una volta la grande qualità e la dimensione importante della ceramica artistica e artigianale europea nell’ambito del settore delle arti applicate.

In assemblea abbiamo registrato un particolare apprezzamento per l’attività che stiamo portando avanti attraverso l’AiCC – Associazione Italiana Città della Ceramica: tutte le nazioni, infatti, hanno deciso nel 2017 di avviare a livello pilota il progetto ‘Buongiorno Ceramica’ all’interno dei loro paesi, dando vita, i prossimi 2, 3 e 4 giugno 2017 ad un fine settimana europeo, e non più solo italiano, della ceramica artistica e artigianale”.

L’Assemblea AEuCC ha approvato inoltre il programma 2017, il cui sviluppo è affidato ad un team di lavoro tecnico interno composto dai direttori delle singole Associazioni. “Si tratta di un lavoro complesso ed ambizioso”, dichiara il riconfermato coordinatore del team tecnico Giuseppe Olmeti, “di coinvolgimento di tutte le realtà nazionali appartenenti ad AEuCC, in gran parte orientato alla presentazione di progetti su programmi Europei (INTERREG Europa, Erasmus+, Creative Europe, ENI-MED), ma anche indirizzato ad azioni tecniche (quali i riconoscimenti dell’Indicazione Geografica sui prodotti non agricoli o quello della Ceramica come patrimonio immateriale dell’UNESCO) che comportano un delicato lavoro di relazioni istituzionali”.

In assemblea è stato approvato infine il proseguimento del lavoro ai fini dell’ulteriore ampliamento dei soci di AEuCC, che prevede lo sviluppo di contatti con Città della Ceramica di altre nazioni, dell’Unione Europea (in particolare Slovenia, Ungheria, Bulgaria, Lituania, Danimarca), ma anche extra Europee (Svizzera, Russia, Turchia) e dell’Estremo Oriente (Cina, Giappone e Corea).