METAMORFOSI
…i racconti della terra rossa…

Dal 9 settembre al 24 settembre 2017 a Castellamonte si svolgerà la 57a Mostra della Ceramica.

Organizzata dall’amministrazione comunale con il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Piemonte, della Città Metropolitana di Torino e dell’Associazione Italiana Città della Ceramica, a cura di Giuseppe Bertero.

Il titolo scelto o, per meglio dire, la chiave di lettura di questa edizione della mostra, è METAMORFOSI, direttamente ispirata dall’incipit delle Metamorfosi, di Ovidio, Libro primo:
“A narrare il mutare delle forme in corpi nuovi mi spinge l’estro. / O dei, se vostre sono queste metamorfosi ispirate il mio disegno…”. Questo concetto mette in evidenza le continue trasformazioni dell’arte della ceramica di Castellamonte, dalle sue famose stufe a tutti i suoi manufatti, dall’artigianato al design, per arrivare alle sculture in ceramica di importantissimi artisti.
Il sottotitolo, “…i racconti della terra rossa…” sottolinea le tante sfaccettature di un’arte versatile, dalle produzioni più umili a quelle più prestigiose, dalle produzioni seriali alle opere uniche.

Al primo piano di Palazzo Botton sono esposte le più belle ed interessanti stufe realizzate dagli attuali produttori locali. Accanto ad esse le stufe d’autore, come quelle di Enrico Baj, Ugo Nespolo, Ugo La Pietra, William Sawaya e un omaggio a Fortunato Depero. Infine, quelle di più attuale progettazione, già famose nel mondo, come le stufe Stack, premiate con il “Compasso d’oro” assegnato dall’ADI, Associazione per il Disegno Industriale. Funzionale a tale scopo anche il pregevole progetto realizzato dal Liceo Artistico Statale “Felice Faccio” proprio su tali stufe, presentato con grande dovizia di particolari, dai progetti, ai modellini al video che illustra le varie fasi seguite durante la progettazione.

Al secondo piano, una selezione di opere di artisti scultori che hanno lavorato a Castellamonte o che sono stati ospiti nelle varie edizioni della Mostra della Ceramica.

Al Centro Congressi Martinetti si potranno ammirare le produzioni di artisti noti sia livello nazionale che internazionale, che vivono e lavorano nella Città e nel Canavese o legati alla città da esperienze sull’arte della ceramica.
Il Salone ospita inoltre i laboratori di alto e pregiato artigianato e in ultimo, i “gioielli in ceramica da indossare” a cura del CNA di Torino.

A queste sedi espositive si aggiungono quelle gestite e allestite da privati:
Casa Museo Famiglia Allaira: l’allestimento espositivo riguarda 7 sale arredate ed un laboratorio di restauro.
Casa Gallo – Cantiere delle Arti: Mostra “Ceramiche Artistiche nel Contemporaneo” di Sandra Baruzzi e Guglielmo Marthyn.
Centro Ceramico Museo Fornace Pagliero: mostra personale dell’artista Nino Ventura, oltre agli artisti Giorgio Moiso, Alessandro Lista, Daniele Chechi. Un salone è destinato all’artista Teresa Rosa. Sarà possibile visitare il laboratorio della Ceramiche Cielle e nel percorso vedere opere di Alessio Tasca, Riccardo Biavati, Ugo La Pietra, Paolo Anselmo, Giovanni Matano.
La Castellamonte: stufe tecnologicamente avanzate, capaci di raccontare la tradizione della stufa di Castellamonte e la sua evoluzione tecnologica.

Scarica il comunicato stampa della Mostra della Ceramica di Castellamonte – 57esima edizione

Info: www.comune.castellamonte.to.it

Nella foto: installazione di Luigi Stoisa a Palazzo Botton.